Due Principati, si lavora a ritmi serrati. Serie C1, ecco la formula
* *E’ partita a spron battuto la preparazione del Rugby Due Principati al prossimo campionato di Serie C1 campana. Giovedì agli ordini dei coach Stanzione e Caliano la truppa di atleti provenienti dal Salerno e dall’Avellino si è infatti ritrovata al Santo Spirito per la quarta seduta di allenamento comune, la prima dopo la parentesi estiva. Circa 30 gli uomini sul rettangolo di gioco del plesso del Parco Manganelli, ottimo numero che conferma l’entusiasmo attorno al nuovo progetto già mostrato prima della pausa di ferragosto. E in questo senso la franchigia si è anche data appuntamento per la pronta replica che si terrà questo pomeriggio. Si tratterà di una miniseduta che però anticiperà il programma della prossima settimana, nella quale i ritmi degli allenamenti diventeranno più serrati, come spiega il trainer di Rione Parco, Carmine Caliano. “Siamo nella fase di partenza di una squadra completamente nuova – dice - composta da atleti provenienti da due differenti realtà, i quali inevitabilmente si conoscono da poco. Perciò soprattutto adesso è importante lavorare intensamente per ricercare l’amalgama del gruppo ed il suo potenziamento”. Saranno tre o forse quattro i turni previsti per la settimana che chiuderà il mese di agosto, ma, a differenza di quanto accaduto finora, non si terranno tutti al Santo Spirito. La franchigia si alternerà infatti tra Avellino e Salerno - che ha risolto i problemi legati all’agibilità del Vestuti - per le sedute comuni, mentre una parte del lavoro atletico verrà svolta autonomamente dai due club nelle rispettive sedi.
Giovedì è ripresa la preparazione anche per le formazioni juniores con il manocalzatese Antonio Mernone che ha diretto gli allenamenti dei più piccoli. Come noto la franchigia Due Principati infatti non si esaurirà nella compagine seniores ma si consoliderà anche nelle squadre giovanili, aumentando la portata del progetto. “Si tratta di un’annata importante – spiega in quest’ottica l’ex seconda linea dei tuttiverdi – nella quale dobbiamo dare il massimo per ricompattare il settore juniores, alimentandolo con nuovi innesti. Per questo abbiamo già strutturato uno staff preposto alla pubblicizzazione del Progetto Scuola fra gli Istituti provinciali e stiamo lavorando intensamente sul campo. Contiamo – prosegue Mernone - di essere pronti a scendere sul rettangolo di gioco con le under già da ottobre, mese nel quale proveremo ad organizzare i primi concentramenti. L’obiettivo di fondo – conclude – è quello di provare a formare un gruppo coeso e promettente, che per il futuro possa consentire ai due club di gestire autonomamente due vivai strutturati”.
Mentre la franchigia tra Avellino e Salerno si prepara sul campo alla prossima stagione – in attesa della riunione societaria che verrà fissata con tutta probabilità ad inizio settimana – arrivano novità federali proprio relativamente a quella che sarà la formula adottata per il primo torneo di C1. Sul portale Fir sono stati infatti diffusi i crismi che regoleranno il campionato, facendo definitiva chiarezza sulle modalità con le quali verranno decretate promozioni e possibili retrocessioni. La C1 di rugby sarà costituita da otto gironi, suddivisi secondo il criterio geografico. Ciascun raggruppamento sarà ripartito a sua volta in due o più pool. Le sei squadre della Regione Campania sono collocate nel pool 1 del girone H, insieme alla Puglia (pool 2) e alla Sicilia (pool 3), entrambi sempre con sei squadre. Come già noto ciascun pool costituirà una campionato a sé stante nel quale i club si affronteranno in partite di andata e ritorno. Al termine della prima fase le migliori due di ogni raggruppamento andranno a confluire in un pool promozione, dal quale spunterà il nome della formazione promossa in Serie B e che farà compagnia alle vincenti degli altri sette gironi. Ci sarà una seconda fase però anche per i club non ammessi al barrage per la B. Questi ultimi infatti troveranno sulla loro strada i team della C2 regionale per configurare una classifica finale che determinerà le squadre aventi diritto a restare in C1 l’anno prossimo.
Per quanto riguarda la Serie C2 invece – categoria alla quale parteciperanno i Wolves Ospedaletto, chiamati giovedì prossimo alla ripresa degli allenamenti - i documenti federali ribadiscono che la loro gestione sarà competenza dei rispettivi Comitati Regionali. Pertanto bisognerà aspettare almeno la fine della prossima settimana per saperne di più, quando gli uffici della Fir Campania riapriranno i battenti.

Eta
(sabato 23 agosto 2014 alle 10:34)
Più letti del mese
Muretto Comunication S.r.l.
© 2011 ilCiriaco. All Rights Reserved.   --- Gerenza ---

Tel: 08251912551 Tel&Fax: 08251912594 Mail: redazione@ilciriaco.it
Il materiale pubblicato, pur essendo di dominio pubblico, non puo' in nessun modo essere utilizzato.
La copia o riproduzione di testi e foto senza il consenso scritto della redazione di Il Ciriaco.it e' vietata!