venerdì 22 settembre 2017 | Imposta come Homepage | Aggiungi ai preferiti | Facebook
59° Circuito di Avellino: vittorie di qualità ma non c'è il pienone
* *Augusto Vitale e Giovanni Loiscio hanno illuminato con due prestazioni di rilievo il ritorno del circuito ciclistico di avellino. Rispettivamente fuga di 19 giri sui 22 complessivi per il quindicenne napoletano nella categoria allievi, prova di classe e personalità per il diciassettenne tarantino nella gara juniores. Sportivamente non poteva esserci battesimo migliore per il ritorno del circuito ciclistico di Avellino che per l’occasione è riuscito anche a sdoppiarsi proponendo due appuntamenti (allievi e juniores) sul tradizionale percorso di 2,201 km nel cuore della città.
RAGAZZI DI CLASSE - Chi ha memoria delle edizioni passate trova difficoltà a ricordare un epilogo come quello della gara della categoria allievi: fuga per 19 dei 22 giri. A compiere l’imprese il 15-enne, Augusto Vitale della Pianura Visconti. Nell’impresa lo zampino del compagno di squadra, Raffaele Ciorlano secondo e “stopper” dei tentativi di rientro di Carmine Carmine Carratù della Flesso Fab di Nocera Superiore terzo all’arrivo. Quarta vittoria stagionale per il 17-enne Giovanni Loiscio del Gruppo ciclistico Martina Franca nella gara juniores. Il talento di Laterza ha gestito una fuga di 28 giri insieme a ben tre esponenti della romana Cycling Team Coratti che nonostanti i tentativi di vincere la resistenza del pugliese si sono dovuti accontentare delle piazze d’onore, nell’ordine: Cacciotti, Orlandi e Galeno.
LA NOSTALGIA DEGLI ANNI OTTANTA - Chi aveva negli occhi la folla, la ressa all’arrivo ed sotto il sole battente è rimasto deluso per metà. Alle temperature finalmente estive di questi giorni non ha fatto riscontro il grande pubblico. Solo nel finale il corso Vittorio Emanuele si è popolato di curiosi. Gli aficionados, i nostalgici quelli avevano preso posto sin dall’avvio. Le postazioni strategiche le solite: la categoria cronometristi al traguardo, gli ultras ad apprezzare la salita di via De Sanctis, i cinici ed i fotografi posizionati nelle due infide curve di via Guido Dorso.




IL MIRACOLO DI CINI - Giovanni Cini o semplicemente “Giovanni della Misericordia”, tra mille difficoltà è riuscito nel suo intento. Dopo otto anni un mezzo miracolo quello di ripristinare una tradizione andata in disuso. Sette anni dopo il suo piccolo miracolo personale: la diagnosi di un tumore alla gola e la sua miracolosa guarigione. Un giovane 84-enne in grado di smuovere un’amministrazione sonnacchiosa rituffandosi in un mondo che aveva abbandonato 34 anni a fa. Cini, conosciuto da tutti per la sua attività di soccorritore, è stato anche uomo di ciclismo: vicedirettore del giro d’Italia con Torriani, tre anni al giro d’Italia dilettanti ed alla Tirreno-Adriatico, vice direttore al giro della Campania. Ora un obiettivo futuro attraverso la scuola ciclistica dedicata alla memoria di Susanna Pavani, di Lorenzo e Silvana Carbone: “Partiamo proprio in questi giorni. Confidiamo nel supporto di qualche struttura cittadina oggi abbandonata come la pista di pattinaggio del parco Palatucci”.
I BUONI PROPOSITI DI PIAZZA DEL POPOLO - L’assessore alla cultura, Nunzio Cignarella, ha retto la calura affiancando sino all’ultimo Giovanni Cini nel cerimoniale a cui hanno partecipato, tra gli altri, il presidente del Coni provinciale, Giuseppe Saviano che ha patrocinato la manifestazione e gli esponenti della federazione ciclistica, il presidente regionale Cutolo ed il delegato irpino Aldo Lombardi. “E’ stato un rodaggio in vista di ciò che potremo pianificare per la prossima estate. Il pubblico ha vinto qualche timidezza affollando la linea del traguardo nel finale. Non potevamo chiedere di più”.
ANCORA TRA UN ANNO - Era il brano strumentale con cui i Pooh erano soliti chiudere i loro concerti. Ci sembra il “The End” più appropriato per una manifestazione che potrebbe esprimere valori aggregativi ancora importanti. Il cadeau per la prossima stagione potrebbe essere una passerella d’eccezione: quella di Vincenzo Nibali. “Doveva esser qui già quest’anno ma non avendo la certezza che il circuito avesse luogo ho dovuto disdire tutti gli impegni già presi. Ci proveremo il prossimo anno” è il commiato conclusivo di Giovanni Cini.
Massimo Roca

ORDINE D'ARRIVO JUNIORES



ORDINE D'ARRIVO ALLIEVI



(giovedì 14 agosto 2014 alle 00:26)
Più letti del mese
Muretto Comunication S.r.l.
© 2011 ilCiriaco. All Rights Reserved.   --- Gerenza ---

Tel: 08251912551 Tel&Fax: 08251912594 Mail: redazione@ilciriaco.it
Il materiale pubblicato, pur essendo di dominio pubblico, non puo' in nessun modo essere utilizzato.
La copia o riproduzione di testi e foto senza il consenso scritto della redazione di Il Ciriaco.it e' vietata!