mercoledì 17 ottobre 2018 | Imposta come Homepage | Aggiungi ai preferiti | Facebook
Simbolo Noi Sud, Tribunale vieta a Iannaccone di utilizzarlo
* .*Il tribunale civile di Roma (giudice Marzia Cruciani) ha inibito all’on. Arturo Iannaccone "di svolgere la propria attività politica utilizzando il simbolo del partito Noi Sud e spendendo la qualifica di segretario dell’associazione politica Libertà e Autonomia Noi Sud".
La sentenza, depositata in cancelleria lo scorso 21 settembre, condanna Iannaccone anche al pagamento delle spese processuali in favore del movimento politico. Il dispositivo è stato accolto con favore dagli on. Antonio Milo, Enzo Scotti e Luciano Mario Sardelli, componenti dell’ufficio politico di Noi Sud. Lo stesso che aveva presentato ricorso contro il parlamentare di origini irpine per accertarne 'l’illegittimità della condotta'.
Iannaccone era stato accusato, infatti, "di aver operato in difformità con le direttive assunte in sede di costituzione di Noi Sud" e contro "l’espressa volontà della maggioranza dell’ufficio politico del partito”. Per questo motivo, lo scorso 15 maggio gli era stata anche revocata la carica di segretario nazionale.
Provvedimento contestato da Iannaccone, il quale aveva continuato ad operare “spendendo il nome del partito e la propria qualifica di segretari"' ed “annunciando accorpamenti con altre associazioni mai concordati con l’ufficio politico”.
"Quanto stabilito in tribunale è la riprova che l’on. Arturo Iannaccone vive fuori dal mondo” hanno commentato, con un pizzico di ironia, gli on. Scotti, Milo e Sardelli, rilanciando: “Iannaccone continua a dichiararsi ‘segretario’, ma non si capisce bene di cosa. Probabilmente solo di se stesso”.
“Evidenziamo a tutti - hanno concluso i tre parlamentari - che Noi Sud resta immutata nella sua struttura originaria. Una struttura di cui Iannaccone ormai non fa più parte”'.
(giovedì 6 ottobre 2011 alle 22:51)
Più letti del mese
Muretto Comunication S.r.l.
© 2011 ilCiriaco. All Rights Reserved.   --- Gerenza ---

Tel: 08251912551 Tel&Fax: 08251912594 Mail: redazione@ilciriaco.it
Il materiale pubblicato, pur essendo di dominio pubblico, non puo' in nessun modo essere utilizzato.
La copia o riproduzione di testi e foto senza il consenso scritto della redazione di Il Ciriaco.it e' vietata!