lunedì 25 settembre 2017 | Imposta come Homepage | Aggiungi ai preferiti | Facebook
Centro Autismo, Caldoro promette: entro 15 giorni sblocco 200 mila €
* *Una visita al centro per l’autismo, poi una foto ricordo con i ragazzi autistici e le loro famiglie. In mezzo, una promessa: entro 15 giorni sblocchiamo i soldi per far ripartire il cantiere. Stefano Caldoro, governatore della Regione Campania, ha voluto fare tappa presso la struttura di rione Valle prima di recarsi a Nusco. Ad attenderlo c’era l’associazione Aipa, il sindaco di Avellino, Paolo Foti, accompagnato di Ida Grella, Marietta Giordano e Franco Russo, e la consigliera regionale Antonia Ruggiero.
«In Italia ci sono due o tre centri per l’autismo e sono tutti al Nord, questo di Avellino potrebbe diventare un’eccellenza», ha spiegato Elisa Spagnuolo, presidente dell’Aipa, mentre accompagnava Caldoro a visitare il centro. «Si potrebbe fare ricerca, può diventare qualcosa di importante. Oltre, ovviamente, a dare risposte di vita ai nostri figli che attualmente non ne hanno nè hanno futuro. Mentre con l’apertura di questa struttura, lo avrebbero».
Le rassicurazioni di Caldoro non si sono fatte attendere a cominciare dalla precisazione: «La Regione ha i soldi per concludere questo intervento, sia per la parte della gestione che infrastrutturale». Il problema resta legato al famoso patto di stabilità, ha spiegato il governatore, che non consente agli enti di utilizzare i soldi a disposizione per concludere i cantieri avviati. «Per superare questa impasse, stiamo selezionando gli interventi essenziali e abbiamo inserito il Centro per l’autismo tra le priorità. Nei prossimi 15 giorni sblocchiamo la quota che rimane di circa 200 mila euro che permette all’impresa di avere ciò che le spetta e riaprire il cantiere per riprendere i lavori».
Si va verso una svolta, dunque, per quanto riguarda la struttura di rione Valle perché l’impegno che ha preso Caldoro con l’Aipa e tutta la città di Avellino è chiaro: entro 2 settimane la Regione delibera lo sblocco di una parte dei fondi, quelli necessari a far ripartire il cantiere.
«Poi mancherebbero circa 900 mila euro per chiudere tutta la partita che riguarda l’infrastruttura – ha aggiunto Caldoro. Anche in questo caso, i soldi li abbiamo in cassa, ma resta il problema che ci sono i limiti del patto di stabilità. Insieme all’amministrazione locale dobbiamo individuare un meccanismo che ci consenta di sbloccare i fondi. In contemporanea serve un appello al Governo che ci dia una flessibilità per l’utilizzo di queste risorse solo ed esclusivamente per alcune tipologie di interventi». La strategia individuata da Caldoro, sarebbe quella di puntare sull’aspetto socio-assistenziale del centro per fare in modo che si ottengano gli stessi vantaggi che hanno le strutture sanitarie. La sanità, infatti, non è vincolata al patto di stabilità, quindi si possono spendere quelle risorse che non è possibile fare per altre questioni. «Secondo la normativa attuale, strutture come il centro per l’autismo non rientrano nella spesa sanitaria, quindi vanno nel patto di stabilità. Se il Governo, però, ci dà una mano consentendoci si estendere alcune misure sul sociale, allora possiamo immediatamente sbloccare i 900 mila euro».
Questo argomento, però, verrà affrontato successivamente perché all’attualità ci sono i 200 mila euro che la Regione finanzierà entro due settimane, inoltre c’è un’altra promessa di Caldoro: «Ci rivedremo a fine settembre per fare il punto della situazione sulla ripresa dei lavori e vedere come sta procedendo. Poi ci occuperemo del resto, ma dovete sapere – ha dichiarato il Governatore rivolto alle famiglie e ai ragazzi autistici - che c’è una grande attenzione di tutti su questo tema. Mi auguro che questa realtà possa diventare un’eccellenza per il Mezzogiorno».

Marco Imbimbo


(venerdì 29 agosto 2014 alle 19:00)
Più letti del mese
Muretto Comunication S.r.l.
© 2011 ilCiriaco. All Rights Reserved.   --- Gerenza ---

Tel: 08251912551 Tel&Fax: 08251912594 Mail: redazione@ilciriaco.it
Il materiale pubblicato, pur essendo di dominio pubblico, non puo' in nessun modo essere utilizzato.
La copia o riproduzione di testi e foto senza il consenso scritto della redazione di Il Ciriaco.it e' vietata!